Corso di Pranoterapia

In offerta!

Corso di Pranoterapia

1.999,00 1.500,00

CORSO DI OPERATORE OLISTICO SPECIALIZZATO NELLA PRANOTERAPIA

ai sensi della Legge 4/2013

COD: prano Categoria: Tag:

Scuola di Naturopatia, Floriterapia e Massaggio - Liguria - Toscana

Durata del corso: sette mesi – Novembre 2019/Giugno 2020

30 Novembre /1 Dicembre
25/26 Gennaio
15/16 Febbraio
14/15 Marzo
18/19 Aprile
30/31 Maggio
13/14 Giugno

Numero di Week end: 7 

Monte ore: 212 ore (di cui  112  frontali e 100 online)

Titolo in uscita: Operatore Olistico Specializzato nella PRANOTERAPIA ai sensi della Legge 4/2013

Crediti ECP: 50

Insegnante:
Iva Antonietta Bafundi Massofi sioterapista, Naturopata, Pranoterapeuta, Floriterapeuta
Pranoterapia significa in termini letterali, “Cura attraverso il Prana”. La sua caratteristica più immediata sta nell’imposizione delle mani sul corpo di una persona, senza far uso di strumentazioni e senza manipolazione (tipica del Massaggio).

Premessa:
Le mani del pranoterapeuta, con specifiche tecniche codificate, sfiorano il corpo della persona che richiede il suo intervento o addirittura si pongono a distanza variabile da esso per stimolare i processi vitali della per-sona al fine di mantene-re e rafforzare lo stato di benessere ed equilibrio bioenergetico.
Le tecniche utilizzate dal pranoterapeuta per-tanto non sostituiscono le cure sanitarie e il rap-porto che il cliente deve avere con il proprio medico, ma si inseriscono nel contesto concettuale dei trattamenti energetici.

Il corso affronta i più importanti temi del-la materia ed è rivolto a tutti coloro che sono interessati alle tecniche energetiche: professionisti olistici che già operano con l’ener-gia, a chi ha conoscenze della materia o che addirittura già la pratica e anche a chi non ne ha alcuna conoscenza ma desidera approfondire i contenuti in modo serio.

  • Cosa significa concentrazione, visualizzazione e suggestione;
  • Nozioni sulla funzione psicologica dei chakra;
  • Nozioni sulla relazione tra chakra ed organi;
  • Utilizzare la radioestesia a scopo diagnostico;
  • Verificare la dimensione e la centratura dei chakra;
  • Portare il proprio livello delle onde celebrali fi no allo stato alfa;
  • Aiutare se stesso usando l’aautosuggestione;
  • Anatomia, fi siologia e patologia dei chakra;
  • Rapporto tra chakra e primi tre corpi sottili;
  • Sentire la forma dei chakra;
  • Individuare le lesioni della membrana protettiva dei chakra;
  • Individuare le forme pensiero nocive;
  • Individuare i buchi eterici e le frastagliature nei primi tre corpi sottili;
  • Pulire i primi tre corpi sottili;
  • Eliminare le forme pensiero nocive;
  • Chiudere i cosiddetti buchi eterici;
  • Pettinare l’aura per eliminare le frastagliature dei corpi sottili;
  • Cosa intendiamo per energia;
  • Cosâ è  la pranoterapia;
  • Cosâ è il prana;
  • Chi è il pranoterapeuta;
  • Nozioni basilari relative a chakra e aura;
  • Cosa significa squilibrio energetico;
  • Perchè ci si ammala;
  • Come impostare il rapporto terapeuta-paziente
  • Assumere prana;
  • Sentire il prana tra le mani;
  • Aprire i canali energetici;
  • Individuare gli squilibri energetici;
  • Pulire il corpo eterico;
  • Porsi nelle migliori condizioni per operare;
  • Proteggersi e scaricarsi onde, non assumere il male del paziente;
  • Chiudere il contatto energetico con il paziente;
  • Riequilibrare i campi energetici;
  • Stabilizzare l’energia.

APPRENDIMENTO

Durante il corso l’allievo apprende :

  • Cosa intendiamo per energia;
  • Cos’è la pranoterapia;
  • Cos’è il prana;
  • Chi è il pranoterapeuta;
  • Nozioni basilari relative a chakra e aura;
  • Cosa significa squilibrio energetico;
  • Perché ci si ammala;
  • Come impostare il rapporto terapeuta-paziente.
  • Assumere prana;
  • Sentire il prana tra le mani;
  • Aprire i canali energetici;
  • Individuare gli squilibri energetici;
  • Pulire il corpo eterico;
  • Porsi nelle migliori condizioni per operare;
  • Proteggersi e scaricarsi onde non assumere il male del paziente;
  • Energizzare;
  • Riequilibrare i campi energetici;
  • Stabilizzare l’energia;
  • Chiudere il contatto energetico con il paziente.

L’allievo sarà quindi in grado di eseguire un trattamento completo e di trattare alcune tra le patologie più comuni come sciatalgie, lombalgie, distorsioni, edemi, cefalee, dolori addominali.

IL PENSIERO TERAPEUTICO

Durante il corso l’allievo apprende :

  • Cosa significa concentrazione, visualizzazione e suggestione;
  • Nozioni sulla funzione psicologica dei chakra;
  • Nozioni sulla relazione tra chakra ed organi.

ed impara a:

  • Visualizzare;
  • Utilizzare la radioestesia a scopo diagnostico;
  • Verificare la dimensione e la centratura dei chakra;
  • Portare il proprio livello delle onde celebrali fino allo stato alfa;
  • Guarire se stesso usando l’autosuggestione.

L’allievo sarà quindi in grado di migliorare la qualità delle terapie e di iniziare a trattare patologie più complesse come asma, bronchiti, diabete, disturbi cardiocircolatori, psoriasi ed altre di natura più palesemente psicosomatica.

LE ENERGIE SOTTILI

Durante il corso l’allievo apprende nozioni su :

  • Anatomia, fisiologia e patologia dei chakra;
  • Rapporto tra chakra e primi tre corpi sottili;
  • Elementali e forme pensiero;
  • Elementi di radionica.

ed impara a:

  • Sentire la forma dei chakra;
  • Individuare le lesioni della membrana protettiva dei chakra;
  • Individuare le forme pensiero nocive;
  • Individuare i “buchi eterici” e le frastagliature nei primi tre corpi sottili;
  • Pulire i primi tre corpi sottili;
  • Eliminare le forme pensiero nocive;
  • Creare elementali positivi;
  • Chiudere i cosiddetti “buchi eterici”;
  • “Pettinare” l’aura per eliminare le frastagliature dei corpi sottili;
  • Curare a distanza.

L’allievo sarà quindi messo nella condizione di poter trattare patologie psichiche anche molto complesse, malattie ritenute talvolta incurabili e comunque risolvere patologie più comuni con risultati più duraturi.